«Passa il tempo, passa la bufera»: il bollettino della seconda settimana

“Eppur si muove!” Il secondo questionario è stato compilato da 120 persone. Un quarto del primo, ma ancora moltissime per le nostre aspettative. La prima notizia è che questa quarantena si muove, ha la forma del lento movimento degli astri. Ogni giorno fa un piccolo passo, impercettibile se osservato quotidianamente, più eclatante se visto in un coro di voci settimana (o due) dopo settimana. Cogliere le mutazioni di chi si osserva mentre osserva continua a essere la nostra ambizione. Provare a tradurre gli scostamenti quasi impercettibili in nuove domande è il nostro modo per danzare insieme a quel movimento.

Qui sotto il bollettino della seconda settimana.

Ancora più sotto, potete “pescare” le parole più lette dal box dell’ultima domanda del secondo questionario. Vi avevamo chiesto di scrivere la prima parola che vi saltava all’occhio e, a fianco, un’associazione. Le abbiamo un po’ esplorate. 

Buon terzo, nuovo questionario: è aperto a tutti, anche a chi non ha compilato i precedenti.

 

Il Bollettino

Ecco il bollettino grafico. Come detto, abbiamo accorpato le vostre risposte per ambiti o temi, che vedete elencati (numerati dal più ricorrente al meno ricorrente) sotto i titoli a destra, che riassumono le domande del primo questionario. Nell’infografica, tra un nucleo e l’altro, potete seguire i legami tra le vostre risposte (come indicato nella legenda iniziale) e leggere alcune delle singolarità che abbiamo selezionato, riportate per esteso, scritte in rosa. Buon viaggio.

(puoi cliccare sull’immagine per ingrandire la visualizzazione oppure fare download del documento)

 

Le parole

Io conosco un signore
che inventa parole nuove.
Per esempio ha inventato
lo “spennello”,
che serve per disfare un quadro se non è bello.
Ha inventato l'”anticappello”
(per le persone che
non sentono freddo alla testa);
lo “stemporale” e la “tempesta”,
che fanno tornare subito il sole,
e molte altre parole
di grande utilità
in campagna ed in città.
Ora ha in mente di inventare
il verbo “slitigare”,
per dividere i tipi letichini
e trasformare i nemici
in buoni vicini.
Finora quel verbo
gli è venuto maluccio, non funziona.
Ma lui non si sgomenta,
ogni giorno ritenta
e prima o poi di certo troverà
la parola per mettere d’accordo
tutta l’umanità. 

Parole Nuove, Gianni Rodari (da “Filastrocche lunghe e corte”)

Vi abbiamo chiesto di scrivere la prima parola che avete letto in un mare di parole dette, nel primo questionario. Oltre a questa, vi abbiamo chiesto la prima libera associazione, per aiutarvi – e aiutarci – “a esplorare le possibilità delle parole”.

Di seguito, un elenco interattivo delle parole “più lette”; voi avete scritto una parola, noi abbiamo scelto un link per accompagnarvi nell’esplorazione.

________

________

Cambio 🔄

 

Cazzeggio 🎲

 

Distanza 📏

 

Famiglia 👨‍👩‍👧‍👦👨‍👨‍👧‍👦👩‍👩‍👧‍👦

 

Lavoro 💶

 

Lievi 🌬

 

Lievito 🥖

 

Love 💕

 

Mare 🌊

 

Micro 🔍

 

Musica 🎶

 

Natura 🍀

 

Odori 👃🏼

 

Pazienza 🙏🏼

 

Pirla 🤦🏼‍♀️🤦🏽‍♂️

 

Porti ⚓️

 

Rapporti 👥

 

Relazioni 🧶

 

Ritualità ⏰

 

Sanitario 🚽👩🏽‍⚕️

 

Scambio 🔁

 

Silenzio 🤫

 

Stanza ⛺️

 

Tempo

 

Uccelli 🐦

 

Videochiamate 📲