«Passa il tempo, passa la bufera»: il bollettino della quarta settimana

«Odio i viaggi e gli esploratori». Così Claude Lévi-Strauss iniziava il suo celebre Tristi tropici – che altro non è che il resoconto fuori dall’alveare della sua spedizione amazzonica. Come nel libro, anche l’inizio della quarantena è stato tagliente, manicheo. La fine (del libro, ma anche della fase uno) è invece ambigua, sfumata, carica di una specie di nostalgia. Nostalgia della speranza, forse. Vorremmo, dunque, invitarvi a compilare l’ultimo questionario di Passa il tempo, passa la bufera con il lucido auspicio che Lévi-Strauss lasciava a chi finiva il suo libro già sessantacinque anni fa. Chissà che questo Cigno – forse ingrigito – non porti l’umanità a ricercare ancora quel momento in cui «sospendere il cammino; trattenere l’impulso che […] [la] costringe a chiudere uno dopo l’altra le fessure aperte nel muro della necessità e a compiere la sua opera nello stesso tempo che chiude la sua prigione»… E che si dia ancora la «possibilità, vitale per la vita, di distaccarsi e che consiste […], durante i brevi intervalli in cui la nostra specie sopporta d’interrompere il suo lavoro da alveare, nell’afferrare l’essenza di quello che essa fu e che continua a essere, al di qua del pensiero e al di là della società; nella contemplazione di un minerale più bello di tutte le nostre opere; nel profumo, più sapiente dei nostri libri, respirato nel cavo di un giglio; o nella strizzatina d’occhio, carica di pazienza, di serenità e di perdono reciproco che un’intesa volontaria permette a volte di scambiare con un gatto». 

Qui sotto il bollettino della quarta settimana.

Ancora più sotto, trovate il Diario. Di cosa?, vi starete chiedendo; raccoglie gli incipit della fase 2 della vostra quarantena. Sfogliatelo senza indugi.

Chiudiamo con i sogni: uno sketch che raccoglie le interpretazioni, più o meno analitiche, dei “contenuti manifesti” delle settimane precedenti. 

Ci siamo, è l’ultimo. Buon quinto, nuovo questionario: è aperto a tutti, anche a chi non ha compilato i precedenti.

 

Il Bollettino

Ecco il bollettino grafico. Come sempre, abbiamo accorpato le vostre risposte per ambiti o temi, che vedete elencati (numerati dal più ricorrente al meno ricorrente) sotto i titoli a destra, che riassumono le domande del quarto questionario. Nell’infografica, tra un nucleo e l’altro, potete seguire i legami tra le vostre risposte (come indicato nella legenda iniziale) e leggere alcune delle singolarità che abbiamo selezionato, riportate per esteso, scritte in azzurro. Buon viaggio.

(puoi cliccare sull’immagine per ingrandire la visualizzazione oppure fare download del documento)

 

 

Caro Diario

Vi abbiamo spesso chiesto di riportare le vostre osservazioni sotto forma di risposta a domande, ma settimana scorsa abbiamo provato un nuovo esperimento. Vi abbiamo chiesto di provare a pensare all’incipit della prima pagina della fase 2 della quarantena di un “vero” diario. Alla prima frase, o al primo periodo che scrivereste per raccontare questo momento di passaggio. Qui sotto le abbiamo raccolte tutte. Sfogliare un diario collettivo è assolutamente lecito 😉

 

 

«E ora qualcosa di completamente diverso»

Fatto 30, facciam 31. Se i Monty Python avessero letto i “contenuti manifesti” dei vostri sogni delle passate settimane avrebbero sicuramente pensato al 31esimo sketch. Intanto l’abbiamo montato noi, ma con le interpretazioni – più o meno analitiche – che vi abbiamo chiesto settimana scorsa, pescando dal rigattiere dei sogni in totale libertà. Magari, leggendo qua e là, troverai uno spunto sulla tua attività onirica.